Così parlò Zarathustra

Se costoro – avessero il pane per nulla, guai! Contro che cosa leverebbero costoro le loro strida! Il loro sostenatamento – questo ü per loro il vero intrattenimento; e devono procurarselo con difficoltà!
Belve feroci sono: nel loro “lavorare” – è anche un depredare; nel loro “guadagnare” – è anche un frodare! Perciò devono procurarselo con difficoltà!
Debbono diventare migliori belve feroci, più raffinate e intelligenti, più simili all’uomo: l’uomo infatti è la miglior belva feroce.
L’uomo ha già predato le sue virtù a tutte le bestie: questo, perché l’uomo ha avuto la più difficile delle esistenze.
Restano solo gli uccelli al di sopra di lui. E se l’uomo imparasse anche a volare, guai! fin dove – volerebbe la sua bramosia rapace!


[Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra]