Il calcio

Da quando non sono più obbligato al cazzeggio quotidiano dal lavoro, guardo (quasi) solo cose che mi interessano. Aggiungendoci la mia lontananza dall’Italia e dalla relativa quotidianità e informazione, posso finalmente dire di non sapere più nulla di calcio.

Non so niente di calcio mercato, gossip, calendari, interviste, non so chi allena chi, come sta andando, le classifiche. Fino a pochi giorni fa non sapevo neanche se era iniziato il campionato (italiano, tedesco, inglese, qualsiasi campionato) o quando si giocasse la Champions League. Ci ho messo quasi trent’anni, ma alla fine ce l’ho fatta: il calcio non significa assolutamente più nulla per me.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*