Ritorno a Münster

Guidare a Münster mi ha fatto un po’ strano, rivedere questi luoghi, queste strade, dopo tanto tempo e da una prospettiva leggermente cambiata. Non più quella del ciclista che pedala veloce da casa al lavoro dal lavoro alla palestra dalla palestra a casa, ma quella dell’autista attento alle suddette bici e si guarda attorno spaesato senza sapere se e quando verrà convocato dall’Agentur für Arbeit.
Incredibile come un lieve mutamento di prospettiva possa cambiare il volto di una città, o ancora meno, di un quartiere.

La colonna sonora del viaggio:
Fennesz – Venice
Pi Soundtrack
Requiem for a dream Soundtrack
Autechre – Incunabula
Bjork – Vulnicura
Arca – Xen
May Nam – Anacol Jut
Apparat – The Devil’s Walk
Dead Can Dance – Toward the Within
più una spruzzata di Rammstein per ripassare la lingua

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*