La Cucina Nuova

La Cucina Nuova, conclusione

La cucina è più o meno finita, ci abbiamo messo una settimana (considerato che il Giorno 0 è durato in realtà due giorni) e abbiamo speso i soldi guadagnati con la vendita dei vecchi mobili. Il frigo a incasso e il forno avanzati sono ancora lì da vendere, e ogni tanto ci arrivano messaggi come “ist noch da” o “20 gut”, seguiti da nessuna risposta. Il mercato dell’usato a Berlino è difficile.
Il risultato non è perfetto, ma siamo abbastanza orgogliosi lo stesso. Ora ci rimane solo da ordinare e montare il paraschizzi per i fornelli e i pensili. Non dovrebbe essere un’impresa ardua, sperando di non beccare nessun tubo coi fori……………
Continue Reading →

La Cucina Nuova, Giorno 5 – imbiancare è una gioia della vita

La sveglia suonò alle 7 anche quella mattina (sì ok, non ci si può lamentare di questo, ma non ci siamo più tanto abituati), e ci svegliammo entrambi come fossimo appena stati investiti dal Mercedes Sprinter del trasloco. Non era l’acido lattico post-decathlon a cui ero relativamente abituato, non era nulla di conosciuto, ma una sofferenza diffusa paragonabile solo alla trasformazione dell’intera superficie epidermica in un continuo e indistinto livido dolente. L’unica forza che ci aiutò nel risveglio fu la coscienza di essere quasi alla fine dei lavori per rifare La Cucina Nuova.
Continue Reading →

La Cucina Nuova, Giorno 1 – la distruzione

L’assenza dei mobili ci rivelò uno scenario raccapricciante: le pareti nude della cucina.
Ovvero: intonaco grezzo, coperto da un’orribile carta da parati, coperta da piastrelle di colori diversi (verdi e rosse), coperte da una mano di bianco panna come nel resto della cucina. Il tutto sagomato a seconda dei mobili dei vari proprietari, laminato del pavimento compreso. In altre parole, si poteva studiare il rivestimento della parete come gli strati di roccia o gli anelli degli alberi, per andare indietro nel tempo e immaginare (molto bene) le sagome dei mobili dei proprietari precedenti (non solo l’ultimo).
Avevamo un giorno prima dell’arrivo degli elettricisti per liberare una parete e mezzo, cercando di uniformare la situazione. Ed è quello che abbiamo fatto il primo giorno della settimana che passerà alla storia come quella in cui abbiamo fatto La Cucina Nuova.
Continue Reading →

La Cucina Nuova, Giorno 0 – la vendita

Mattina, appena alzato, abbasso lo sguardo dallo specchio del bagno e mi esamino i polpastrelli duri e le dita rovinate, poi noto pezzi di insalata incastrati nel lavandino. Vado in soggiorno per fare colazione, apro il frigo e ci trovo dentro solo prodotti per pulire la casa. Dopo un breve momento di spaesamento mi ricordo cosa sta succedendo.
Stiamo facendo La Cucina Nuova.
Continue Reading →

Il trasloco non è tutto: La Cucina Nuova, prologo

Traslocare fra città distanti 500km guidando un Mercedes Sprinter con cassone, con dentro tutta la casa (vabbè, elettrodomestici, un paio di mobili e gli scatoloni) non è stato semplice, caricarlo e scaricarlo neppure, riportare il suddetto camion girando per le vie di Berlino fra una filiale e l’altra di Europcar neanche, riavere i soldi della cauzione ancora meno (per quanto alla fine ce l’abbiamo fatta). Quello che non immaginavamo era che il dramma sarebbe iniziato il giorno che non ci saremmo accontentati della cucina così come ce l’avevano lasciata arredata.
Continue Reading →