Wörter in Münster

Gli ebook del blog

Non che ci volesse molto, ma ce l’ho fatta: ho creato la paginetta degli ebook del blog.

Il blog in questione è proprio questo qui, e in quella pagina lì metto (e metterò) gli ebook estratti da cose del blog. Per ora ci sono già Wörter in Münster, tratto dall’omonima serie di appunti autobriografici sui primi mesi della mia permanenza in Vestfalia (Germania), e la ben più corposa raccolta de La lavanderia a gettoni, i cui tre principali racconti sono usciti a puntate sempre qui.
Entrambi i lavori presentano anche parti inedite, oltre che correzioni e adattamenti. E ovviamente sono a gratis, in epub o pdf.

E anche se non guardo mai troppo lontano nel futuro, mi è facile prevedere che entro qualche mese gli ebook del blog diventeranno tre.

Vedere i mondiali in Germania: l’ineluttabile fine di tutte le cose

Era nell’aria fin dalla prima partita, unici momenti di sbandamento contro un Ghana sfortunato nei gironi e una sorprendente Algeria, poi la marcia trionfante fino all’inevitabile fine. Una fine un po’ meno inevitabile guardando la partita, e per questo ancora più amara.
Continue Reading →

Vedere i mondiali in Germania: le semifinali dell’orrore

…o anche l’orrore si avvicina.
Comunque non che siano state due brutte finali, anzi per quanto riguarda la prima non potrei ritenermi più soddisfatto, purtroppo poi nella seconda si è vanificata l’unica possibilità di vedere trionfare una squadra di mio gradimento. Anzi, vedo delinearsi sempre più concreta all’orizzonte l’ombra nefasta del quarto mondiale teutonico. Fiumi di birra, bandiere in ogni dove, canti sguaiati (come se non fosse già così).
Continue Reading →

Vedere i mondiali in Germania: il riassuntone

logo-brazil-20141Ora che si è giunti alla solita drammatica terza partita del girone decisiva per l’Italia, e che soprattutto ho la connessione da casa, posso parlare di questi mondiali e di come li sto vedendo dalla Germania.
Inutile dire che si parla dei mondiali di calcio in Brasile (quelli di atletica a Pechino sono l’anno prossimo), e altrettanto inutile dire che non ne parlerò dal punto di vista calcistico, che lo fanno già tutti e meglio di me.
Continue Reading →

Wörter in Münster #bonus: ritorno in Germania

DISCLAIMER: i seguenti racconti potrebbero ispirarsi a fatti realmente accaduti

Dopo la pausa pasquale in Italia, sono tornato in Germania, pronto ad affrontare il mese più intenso di tutti. Mi aspettano il temutissimo B1-Prüfung di tedesco, l’inizio di un nuovo lavoro e la ricerca di un nuovo appartamento. Insomma, non sarà semplice.Ma prima di tutto devo tornare a Münster, e non è così scontato atterrando con l’aereo a Weeze e dovendo prendere ben 3 bus.
Continue Reading →

Wörter in Münster #33: Quadrilogia del lavoro crucco – IV parte

DISCLAIMER: i seguenti racconti potrebbero ispirarsi a fatti realmente accaduti

Quindi è andata così, ho trovato un lavoro che mi impegnerà per i 15 mesi successivi a quelli del corso (e relativo spaventoso esame B1 di tedesco).
Ci ho pensato un po’, e mi sono fatto il solito listone dei pro e contro.
Continue Reading →

Wörter in Münster #32: Quadrilogia del lavoro crucco – III parte

DISCLAIMER: i seguenti racconti potrebbero ispirarsi a fatti realmente accaduti

Riassunto brevissimo per chi non ricordasse le puntate precedenti, perché qui entriamo (e chiudiamo) in continuity serrata: il mondo del lavoro in Germania pare una bazza, i Minijob sogno della mia vita non mi hanno cagato allora ho puntato al lavoro qualificato, ho fatto un colloquio in inglese in un posto fantasmagorico dove però temo di aver fatto anche una figura di cacca.
Continue Reading →

Wörter in Münster #31: Quadrilogia del lavoro crucco – II parte

DISCLAIMER: i seguenti racconti potrebbero ispirarsi a fatti realmente accaduti

Continua il mio viaggio pressapochista e casuale all’interno del fantastico mondo del lavoro crucco.
I già citati minijob sono decisamente il mio sogno, ma evidentemente quando ho portato i miei CV sapevo troppo poco tedesco e/o ho fatto troppa scena muta per essere anche solo considerato come magazziniere muto part-time.
Continue Reading →

Wörter in Münster #30: Quadrilogia del lavoro crucco – I parte

DISCLAIMER: i seguenti racconti potrebbero ispirarsi a fatti realmente accaduti

Prima o poi era un argomento che andava toccato, anche per me. E non è un pesce d’aprile in anticipo (vista la data e l’argomento era quasi lecito pensarlo).
Essendo la mia nemesi, questa quadrilogia sarà anche l’atto conclusivo della serie Wörter in Münster. È andata così. Poi magari ci ripenso, ma visto il (molto) minor tempo a disposizione non credo.
Andiamo quindi a toccare quest’argomento spinoso ma necessario. Almeno per noi che non possediamo la Galassia.
Continue Reading →