domande

Perché?

Perché le sveglie dei cronometri sono così difficili da disinserire?
Perché le sveglie dei cronometri invece sono così facili da inserire, tanto che spesso capita di farlo involontariamente?
Ma soprattutto perché i cronometri hanno le sveglie?

Non l’ho mai capito.

Sono uno scrittore, ora?

A proposito della domanda di qualche giorno fa, ho da poco ricevuto i primi pagamenti di un mio scritto.
Forse che dovrei sentirmi più scrittore ora? Riconosciuto? Autorizzato? Legittimato?
Io personalmente non sento nessuna differenza (continuo a usare gli avverbi, parole sbagliate, farmi domande e non darmi risposte), ma stamattina per la prima volta, mentre andavo al lavoro all’alba, c’era davvero un certo chiarore davanti a me, fra le nuvole. Non era più notte fonda.

Ho fatto un test

Oggi ho fatto un test, una di quelle cose per perdere tempo e sentirmi un po’ peggio alla fine, tanto ho già deciso che risultato voglio e se non viene il test è una cagata e se viene è una cagata lo stesso, ho solo attenuato la perdita di tempo con un briciolo di soddisfazione.
Una domanda era “[Godo il momento] o [Penso più al futuro]”. Ora non può essere che uno tema il futuro, ma non goda neanche il momento? Lo so, questo è un post alla Paolo Nori.

La bambina anarchica

Ho sempre sostenuto la visione entusiasta e curiosa dei bambini e che la si dovrebbe ricercare anche quando bambini non lo si è più. Detto ciò io i bambini non so come trattarli e una volta mi facevano anche un po’ paura.
Sto lavorando su quest’ultimo aspetto, ma rimane il fatto che non sono un mago nel trattare con loro, specie quelli molto piccoli. C’è da dire che le domande scomode, gli inevitabili (e sacrosanti) “perché?” abbondano. Tra l’altro io recupererei dall’infanzia anche questi interrogativi che molti in età adulta non si pongono più, ma non necessariamente per aver trovato delle risposte, quanto per essersi stancati di cercarle.

Dopo questa premessa, ieri una bambina giustamente mi ha fatto una domanda nuova alla quale non ho saputo rispondere:

Perché devo fare quello che mi dici tu?

Basta così poco per mandarmi in crisi.