musica

Ritorno a Münster

Guidare a Münster mi ha fatto un po’ strano, rivedere questi luoghi, queste strade, dopo tanto tempo e da una prospettiva leggermente cambiata. Non più quella del ciclista che pedala veloce da casa al lavoro dal lavoro alla palestra dalla palestra a casa, ma quella dell’autista attento alle suddette bici e si guarda attorno spaesato senza sapere se e quando verrà convocato dall’Agentur für Arbeit.
Incredibile come un lieve mutamento di prospettiva possa cambiare il volto di una città, o ancora meno, di un quartiere.
Continue Reading →

8(+1) tracks of 2014 #2

Continuo i mixtape del 2014, più indefinibili che mai, con quella che dovrebbe essere una lista electro. E con electro si intende di tutto: minimalismi, tamarrate, IDM, abstact e chi più ne ha più ne metta.
Continue Reading →

8(+1) tracks of 2014 #1

Come l’anno scorso, anche quest’anno sono riuscito a fare qualche mixtape con pezzi dell’anno passato.
Ho ascoltato meno musica, i generi sono difficili da rispettare e definire, insomma c’è quel che c’è.
Continue Reading →

Le non-classifiche del 2014 #1: qualche album

Quest’anno la settimana delle classifiche la faccio nell’anno dopo. Che poi non ho capito perché si debbano fare classifiche sull’anno ad anno non concluso.
Inoltre nella settimana delle classifiche non farò classifiche. Che non ho voglia di ordinare, catalogare, eccetera.
Quindi si va di elenchi scombinati, liste e segnalazioni singole, perché alla fine è più divertente così. Almeno per me.
Continue Reading →

ewig

Capita che le feste, come tante altre cose, perdano di significato vedendole da una prospettiva diversa. O ne assumano altri.
E così mi trovo a passare un ferragosto diverso da quello dei gavettoni e della riviera romagnola. Un ferragosto che sa di vuoto e notte fonda, suona come un pianoforte ritrovato e sulla quale le onde si infrangono ossessive. Echi di ricordi e parole che tornano da chissà dove. E potrei continuare così per ore, ma mi fermo qui.
Registro cinque minuti che potrebbero essere quaranta, ma basta mandare in loop la traccia che si presta particolarmente, aspetto la notte per guardare le stelle.
Continue Reading →

Un pianoforte sotto l’acqua

IMG_20140628_231351Non avevo mai suonato il pianoforte all’aperto, tanto meno per un concerto, tanto meno sotto l’acqua.
Mi è successo venerdì scorso per la Sommerfest della mia scuola di tedesco (la famigerata VHS). Mi sono lasciato convincere anche per la possibilità di tornare a suonare un piano, cosa che mi mancava molto, e così mi sono ritrovato a suonare in una piazzetta alle 7 di sera per un pubblico molto variegato e non troppo interessato, un’amplificazione un po’ dubbia, una simpatica pioggerella a bagnare i tasti e il vento che mi strappava le fotocopie degli spartiti.
Continue Reading →

8(+1) tracks of 2013 #5

Questa volta è davvero l’ultimo mixtape del 2013. Ancora una volta 9 pezzi, questa volta si tratta di musica non per tutti: ambient, dark-ambient e comunque cose rimaste fuori dalle catalogazioni delle precedenti compilation, perché troppo particolare o dilatata. C’è comunque una coerenza di fondo e ho anche cercato di selezionare brani relativamente brevi (max 7’50 e solo due superano i 7′), visto il genere.
Inutile dire che questo è il mixtape più strano di questa serie e quello che mi piace di più.
Continue Reading →